Mariti

Ieri al matrimonio ero al tavolo con la mia migliore amica, beh il Tato e suo marito e suo figlio, la mia figlioccia no x’ aveva la varicella e un’altra storica amica che sento di quando in quando, + suo marito, figlio a casa x’ sennò si rompe ai matrimoni (stessa età dell’altro bimbo al tavolo, ma ognuno fa quel che vuole).

Amica storica è sposata da 7 anni e ha un figlio di 4.
Migliore amica da 6 con uno di 4 e una di 14 mesi (la mia mitica figlioccia).
Io e il Tato solo due anni.

A volte ci prendono in giro x’ noi siamo un battibeccarci unico, come Sandra e Raimondo, ma in realtà è solo scena.

Loro sembrano + tranquilli invece…

Scena: un’altra amica che ha partorito all’inizio del mese si alza da un tavolo, marito al seguito per cambiare il pupo.<

br />
Migliore amica lo nota e ci rosica un pò (amica che ha appena partorito non fa un tubo, c’è sempre il marito che pensa a tutto e i suoceri che gli fanno mestieri, stirano, tengono altra figlia di 4 anni ecc, gli buttano persino la pattumiera, ho detto tutto!!!!)

E dice al marito: vedi che bravo Y? X deve cambiare il bimbo e lui dietro.
Si perchè il mio in casa non fa niente, tranne cucinare.

Amica storica ribatte: il mio neanche quello. Neanche ritira i panni.

Io: il mio si, solitamente glielo devo dire x’ non li vede, ma ieri sera li ha visti (miracolo) e mentre stavo uscendo per andare in palestra da mia sorella a vedere la sua gara di karate mi ha chiesto: Senti Roty, che devo fare coi panni stesi? (E io che tra me e me mi dicevo, vedi te, cosa ci vorrai fare, stracci?!?) ho risposto: Amore, li ho stesi stamattina, se sono asciutti tirali su (si lo so, non ce n’era bisogno, ma vogliamo dargli un pò di merito?)
E così ha fatto (però alle 11 e mezza, che alle 7 e mezza erano ancora umidi, mentre io mi depilavo e lavavo i piatti, non contemporaneamente).

Ora mi domando e dico: di chi è la colpa?

La colpa è dei mariti che ci marciano o delle mogli che non li educano?

O viceversa di chi è il merito?

Ora scusate, ma se io sto lavando i piatti o facendo altro e ci sono anche i panni da ritirare, sono io che dico a mio marito se per favore può farlo (non è mai capitata la sua iniziativa, cioè quasi mai, c’è anche da dire che se stendo io, so io che sono stesi, ovvio no?)

Certo io non sto spaparanzata a grattarmela (scusate il francesismo) e lui si sobbarca tutto, ma cerco se sto facendo altro, di farmi aiutare e lui mi aiuta.

Certo è stanco lui, ma sono stanca io. Alla fine assieme abbiamo finito a mezzanotte, se avessi ritirato anche le cose sarei andata avanti di +.

Ora mi rendo conto che non tutti i mariti sono disponibili, ma anche le mogli li abituano troppo bene.

E’  inutile voler fare la wonderwoman a tutti i costi per poi lamentarsi e rimbeccarsi, no?

Me ne sono resa conto coi miei fratelli e vi farò un esempio banale: la tazza della colazione.

Mio padre rompeva sempre i c**i sul fatto che dovessi sciacquarmi la tazza della colazione.
Per me è naturale. Ai miei fratelli, forse x mancanza di energie, forse x’ era + vecchio, non l’ha detto così insistentemente.
Risultato? Loro fanno colazione, ma bevono anche un te al pomeriggio, e le cose si accumulano nel lavello, tanto poi lava lui o mamma, o io prima.

Ora x’ mai i miei fratelli dovrebbero fare un cosa che "costa loro fatica" quando c’è chi gliela fa?

Certo sono grandi e potrebbero arrivarci da soli, ma se c’è chi fa per loro, x’ sbattersi?

Idem per i mariti.

Il mio è di certo moooooooooooolto + disponibile ad aiutarmi, ma anche io l’ho "educato" che la casa è di entrambi e dove non arriva uno deve arrivare l’altra x’ entrambi si lavora (ovvio che ora faccio + io, ma è normale, sono a casa!!!) e x’ se ci si ama si dovrebbe fare a gara per aiutarsi, non per fare lo scaricabarile.

Beh io posso dire di essere molto fortunata e anche ancora molto innamorata a qusi 2 anni dal matrimonio

This entry was posted in Senza categoria and tagged , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.