La stigmata di San Valentino

Dopo la spesa di fretta lunedì mi dico: quasi quasi faccio qualcosa di speciale per mio marito che ci vuole a tirarlo/tirarci su.
Certo c'è da fare il bagno alla bimba… mhh

Ehi amore, fai il bagno alla bimba che io preparo una cosa buona per stasera?
Ok.

Bene, mi accingo quindi a fare le crepes alla nutella a forma di cuore e un risotto al pomodoro che poi comporrò a forma di cuore. Di secondo le salsicce di pollo e tacchino (ok qui niente di originale).

Solo che… per fare le crepes ci vuole necessariamente il burro e io il burro lo uso talmente poco, ma talmente poco che lo tengo in freezer sennò irrancidisce.

Nel mentre arriva mio padre, stiamo parlando e io tiro fuori il burro bello congelato, lo prendo sulla mano sx, prendo il coltello con la destra e infilzo il burro per staccarne un pezzo… ovviamente il burro si stacca e il coltello si infilza nella mano sx.<

br />

Panico x' io non sopporto la vista del sangue.
Mio padre mi guarda, impallidisce, guarda la mano, mi prende uno scottex e del ghiaccio… poi riverificae cerca una garza. Poi guarda e vede che il sangue non è moltissimo e lì esplode:

Maseideficiente?!? Maiotuttiquestiannichecosahoparlatoafare?

Mi sono distratta, ti stavo parlando…

Ahadessoècolpamia?

No, solo che mi sono distratta…

Cazzohovistounochesiè passatodaparteapartecolcoltello… 20annidiresponsabiledellasicurezzaetutibuchiunamano?!?

No, ok, non è grave…

Eperfortunachenonègrave!!!

Mi ha chiamato anche la sera più tardi e la mattina dopo per sentire come andava… e io ho rischiato bello grosso. Cmq le crepes erano buone il risotto pure e la salsiccia… al sangue ahahahha 😀

This entry was posted in Senza categoria and tagged , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.