Difficoltà

E’ tanto che non scrivo, tornerò a scrivere qui.

La Bambi è ormai grande, va per i 10 anni.

E’ intelligente, furba, le piace progettare giochi e cose: ha scritto un film, un minilibretto, ha fatto il progetto di una casa sull’albero, di un’auto a pedali. Ora stiamo progettando la casa delle LOL.

E’ testarda, spesso sopra le righe, a volte maleducata, generosa, amante della vita, comandina, disordinata, fantasiosa, educatissima con gli estranei.

Tippete è tippete.

Va per i 7, ha un sacco di problemi.

Non mangia frutta né verdura, è testardo, vive nel suo mondo di cartoni, ha una memoria prodigiosa, è intelligente, non riesce a mantenere la concentrazione né l’attenzione per un lungo periodo. Preferisce stare da solo che socializzare. Per alcuni di questi motivi siamo dovuti, ahimé, ricorrere al sostegno.

Mi sono ammazzata di fatica questi anni per aiutarlo a recuperare, ma non c’è verso.

Lui non lo sa, la pedagogista ha detto di non dirglielo e noi non glielo diremo.

Ma la Bambi è nella classe di fronte a lui e a settembre, giorno 1 di scuola, ci metterà 3 secondi netti a capirlo, quindi abbiamo dovuto spiegarglielo.

Stava quasi piangendo.

Mamma, ma Tippete è normale o ha qualcosa? Perché ripete sempre i cartoni?

Tippete è normalissimo (e parte il pippone su cosa sia o meno la normalità, curva di gauss esempi ecc), però ha delle difficoltà.

Non riesce a mantenere la concentrazione per lungo tempo e non ha la resistenza necessaria richiesta per la sua età.

Inoltre, ti devo dire un segreto che NON DEVI DIRE A NESSUNO.

Si, lo sai che puoi fidarti di me.

Da settembre avrà il sostegno.

Occhi lacrimosi

Mamma, ma il sostegno? Ma perché? Lui ha 9 in condotta, io alla sua età gattonavo tra i banchi e non mi hanno dato il sostegno.

Amore, lui non è come A. o F, in classe tua, che hanno problemi di comportamento, lui ne ha altri.

Ma non possiamo aiutarlo noi?

Ma cosa credi che abbia fatto tutti i sabati mattina di quest’anno? L’ho aiutato e infatti è migliorato moltissimo, ma non abbastanza.

Ma tu sei d’accordo?

No che non lo sono, ma tutti dicono di si e io voglio il suo bene.

Ma lo prenderanno in giro.

E tu lo difenderai, no?

Si.

Sono andata dal parrucchiere e al ritorno lei gli stava facendo un dettato perché… così recupera.

 

This entry was posted in bambi, bamby, tippete. Bookmark the permalink.

Comments are closed.