Capita

E poi capita, quando non te lo aspetti più, quando i giorni senza lavoro fisso sono diventati 4380 (giorno più, giorno meno) che tutto si sistemi.

Hai visto mai?

Amici, amici di amici, parenti, conoscenti, le hai provate di tutte.

Oltre alle migliaia di CV, la disponibilità a fare di tutto (lei è laureato, è troppo qualificato per questo lavoro.. si un errore di gioventù).

La rassegnazione a vivere una vita senza certezze, dove cmq, in barba a tutto e a tutti abbiamo avuto due figli e mai chiesto niente a nessuno… anzi siamo pure riusciti a fare dei (piccoli) investimenti.

Alla fine il Tato ha vinto il concorso.

Sarà di ruolo, dopo l’anno di prova.

Quindi direi, ottimisticamente, con l’anno scolastico 2017-2018 anno di prova e poi dal 2018-2019 sarà FISSOOOOOOOOOO.

Cioè, già quest’anno, per la prima volta, gli hanno dato supplenza anche luglio e agosto e prendiamo i mesi di ferie pagati…

Nel mentre da me ci sono mille licenziamenti, per 1/4 della forza lavoro…

Maiunagioia! 😀

This entry was posted in futuro, lavoro, tato, vita di coppia. Bookmark the permalink.

Comments are closed.