– 7 Bamby e Tippete

Ieri il Tato ha addotto al fatto che non mi messaggia perché sente troppo la mia mancanza e che durante il giorno fa finta di pensarmi al lavoro. Che la sera è dura, durissima, soprattutto perché i bambini non ci sono quasi mai e si sente solo.

Qui invece, è un Carnevale di Rio. Vero è che nelle ore libere posso: oziare, leggere, giocare a carte, passeggiare, chiacchierare, dormire, prendere il sole (fa incredibilmente caldo). La doccia me la faccio lunga e con calma e quando dico io. Non cucino, non sparecchio, mi lavo giusto le varie cose a mano ogni giorno, però…

Invece pure i bambini soffrono tanto: la Bamby spesso si chiude in bagno a scuola e piange. Tippete mi ha detto: Mamma torna a casa e noi faremo i bravi, non faremo più i dispetti e i capricci.

Soffrono troppo. Un altro ricovero è da escludere. Vediamo come andrà a casa, poi ci penseremo.

Qui si dorme sempre poco: stanotte dalle 12 passate alle 5.28… Inoltre sono venuti tre volte a pesare, misurare e dare la terapia a C. che poi è uscita.

Domani va via M. la vicina. Peccato, simpatica anche lei.

Inoltre oggi non è arrivato nessuno in stanza con noi: siamo solo in due, io e I. una simpatica insegnante delle elementari a riposo

E stasera Tom… sperando di non addormentarmi.

This entry was posted in bamby, dieta, Piancatraz, tato, tippete. Bookmark the permalink.

Comments are closed.